GuidoniaToday

Guidonia: il sindaco Filippo Lippiello si è dimesso

Le dimissioni sono arrivate per “l'insanabilità della crisi politica”. Oltre al primo cittadino si sono dimessi anche 17 consiglieri

Nel giorno dello stupro a Guidonia, il sindaco del piccolo centro alle porte di Roma, Filippo Lippiello, ha rassegnato le sue dimissioni. Le dimissioni sono giunte “per l'insanabilità della crisi politica".

Poche ore dopo il suo gesto, si sono dimessi  anche 17 consiglieri. La giunta era composta da 5 esponenti del Pd, 1 del Prc e 1 dei Verdi.

"Non facciamo speculazioni sciocche”, ha detto il sindaco di Guidonia. “Le mie dimissioni con la violenza sessuale non c'entrano nulla. Non avrei mai sfruttato la disgrazia altrui. Questa crisi ha radici lontane, è partita nel giugno del 2007 con la nascita del Pd che ha incrinato molti degli equilibri e si è trascinata fino ad oggi. Parlo ovviamente del piano politico perché amministrativamente abbiamo fatto molto".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Nubifragio a Roma e provincia: disagi in città, allagata la via Appia

  • Ponte Mammolo, cadavere vicino i cassonetti: trovate macchie di sangue sui pantaloni

  • Disperso nel lago di Castel Gandolfo: ritrovato dopo 16 giorni il corpo di Carlo Bracco

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 24 e domenica 25 agosto

Torna su
RomaToday è in caricamento