GuidoniaToday

Eligio Rubeis: "Un governo forte nasce da un partito coeso e da un programma chiaro"

Eligio Rubeis, candidato sindaco del PDL per Guidonia Montecelio, punta tutto sulla stabilità amministrativa e mette in evidenza come il PDL di Guidonia sia un partito coeso con un programma interamente condiviso.

Eligio Rubeis, candidato sindaco a Guidonia Montecelio per il PDL, è attualmente consigliere comunale. La sua candidatura è giunta in extremis, dopo diversi annunci da parte della stampa locale. Nel suo programma presenta vari punti che vanno dall’ambiente alla sicurezza, allo sviluppo urbanistico ed edilizio  del territorio.

La sua candidatura a  sindaco sugli organi di stampa è stata preannunciata da tempo, ma solo a pochi giorni dalla presentazione delle liste è stata confermata. Come mai tanta suspence per conoscere il candidato sindaco del PDL e quali sono i punti fondamentali su cui fa perno il suo programma elettorale?

La mia candidatura è frutto di una condivisione e di una compattezza del centrodestra resa ancora più forte dalla nascita del Pdl; nel partito, c’è stato un confronto anche serrato per la scelta del candidato sindaco di un comune importante come Guidonia Montecelio, che si è risolto però con una scelta precisa e condivisa da tutti. Mentre dall’altra parte ci sono tre candidati, uno per ciascuno dei pezzi del Pd in cui si è frantumata la giunta sfiduciata nel gennaio scorso.

Questo sarà un problema se il centrodestra dovesse affermarsi nelle urne, in quel caso una forza coesa coma la nostra non avrebbe di fronte una opposizione forte con la quale confrontarsi. Il mio programma elettorale si concentra principalmente su quattro punti: ambiente, servizi alla persona, infrastrutture e progetti di rilancio della città, maggiore sicurezza. L’ambiente, perché il nostro è un territorio sottoposto a gravi fattori di inquinamento e quindi a pericoli per la salute dei cittadini. La contemporanea presenza di una megadiscarica, l’Inviolata, la seconda in Europa per dimensioni dopo Malagrotta, scarsamente controllata, e ancora delle cave di travertino e di una cementeria, la Buzzi Unicum, provoca problemi ambientali che rischiano di diventare a breve una vera emergenza.

 Per questo, se verrò eletto, intendo dotare il Comune di un sistema complesso di monitoraggio pubblico e di prevenzione degli abusi che troppo spesso si sono verificati a Guidonia. La discarica, in tempi brevi dovrà essere chiusa, nel frattempo sarà presidiata da un nucleo ambientale appositamente costituito. Provvederemo inoltre ad incentivare  il sistema di raccolta differenziata che è irrinviabile. Per quanto riguarda i servizi alla persona, credo che le politiche sociali, debbano essere mirate, evitando le risorse distribuite a pioggia, e riducendo così le sacche di spreco.

In questa direzione vareremo un censimento di tutte le posizioni che fino ad oggi hanno ottenuto aiuti e sussidi comunali, predisporremo, di intesa e concerto con le banche e i costruttori locali, strumenti che favoriscono la concessione di mutui ed altre agevolazioni per la prima casa alle giovani coppie. Al comparto dei servizi sociali intendo dare una forte rilevanza volta alla difesa delle fasce più deboli quali anziani, infanzia, tossicodipendenti, diversamente abili. Sul fronte dei grandi progetti di rilancio della città invece, punto tutto, ancora, sulla risorsa termale, sulla facoltà universitaria da destinare all’interno dell’aeroporto Barbieri in via di dismissione, sulla riqualificazione e restituzione di aree importanti, parchi e giardini, al bene comune.

 In particolare sul tema della sicurezza, visti i fatti di cronaca che hanno colpito la vostra cittadina, quali sono i provvedimenti che vorrebbe attuare qualora fosse eletto sindaco?

La sicurezza sarà la priorità assoluta della azione di governo perché non si ripetano i gravissimi accadimenti del recente passato. Intendo potenziare il corpo dei Vigili e chiedere al Governo di mandare in città l’esercito fino a quando non sarà aumentata opportunamente la presenza fissa delle Forze dell’Ordine. Scoraggiare i fenomeni di delinquenza e microcriminalità anche intensificando i controlli sull’immigrazione clandestina e lo sfruttamento del lavoro nero, poi, lo voglio dire chiaramente, impediremo con ogni mezzo il formarsi di campi nomadi abusivi nel nostro territorio, di concerto con il sindaco di Roma Gianni Alemanno. Spero inoltre di rendere operativa la tenenza dei carabinieri.

Guidonia negli ultimi tempi è stata caratterizzata da una forte instabilità amministrativa. Qualora fosse eletto sindaco quali saranno gli aspetti su cui puntare per dare una forte stabilità di governo alla cittadina?

Un governo forte, nasce da una partito coeso e da un programma chiaro e interamente condiviso, il Pdl a Guidonia è coeso ed ha un programma interamente condiviso, la vittoria al primo turno rappresenterebbe per noi il premio e anche la responsabilità di metterlo in atto per i prossimi cinque anni.

Una domanda di attualità. Alcune settimane fa è stata approvata in Parlamento la legge sul federalismo fiscale che prevede anche i provvedimenti per Roma Capitale. A Suo avviso come potrà cambiare il rapporto di una cittadina come Guidonia con una Capitale con molti poteri?


Innanzitutto va chiarito che Guidonia Montecelio non è una cittadina, ma la terza del Lazio per numero di residenti, 86mila persone la abitano e la vivono, il mio intento sarà quello di migliorarne la qualità della vita attraverso l’erogazione di servizi stanziali finalmente degni di questo nome, in tale ottica, qualsiasi  formula, anche sovracomunale, sarà utile a centrare l’obiettivo, i cittadini di Guidonia hanno bisogno di una migliore mobilità per raggiungere il posto di lavoro quasi sempre a Roma, e allora ben venga una programmazione  territoriale coordinata con un Campidoglio sempre più autonomo nelle gestione delle risorse economiche, i comuni della prima fascia, è il nostro caso, sono pronti a cogliere tutte le opportunità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dopo il lockdown: ecco in quali quartieri sono aumentati di più i contagi

  • Intervengono per sgomberare un appartamento abitato da un'anziana e trovano deposito d'armi

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Coronavirus: a Roma 23 casi e tra loro anche un bimbo di nove anni, sono 28 in totale nel Lazio. I dati Asl del 9 luglio

  • Cornelia, rissa in pieno giorno paralizza quartiere: tre feriti. Danni anche ad un negozio

  • Coronavirus, a Roma e provincia sei bambini positivi in 10 giorni

Torna su
RomaToday è in caricamento