GuidoniaToday

TMB Inviolata, Rubeis: "Pronto entro il 2013"

Il sindaco di Guidonia Montecelio rilancia la realizzazione dell'impianto di Trattamento Meccanico Biologico: "Ovvio che sarà successivo alla bonifica delle acque inquinate"

Discarica dell'Inviolata

2013. Questa la data che il sindaco di Guidonia Montecelio Eligio Rubeis fissa per la conclusione dei lavori di realizzazione di un impianto di Trattamento Meccanico Biologico (TMB) per lo smaltimento del tal quale dei rifiuti della discarica dell'Inviolata. "Leggo su alcuni importanti quotidiani che la “messa in funzione” dell’impianto alla Inviolata è subordinata alla bonifica e messa in sicurezza delle acque sotterranee della discarica insistente su un’area adiacente. Ciò sarebbe contenuto nel documento Rubeis uscito dalla verifica di maggioranza di giovedì scorso. Ebbene, quanto sostenuto dai quotidiani corrisponde al vero, va tuttavia chiarito, per non originare fraintendimenti e meglio circoscrivere i contorni della questione, che i lavori di costruzione del Tmb potranno partire subito perché la bonifica è già in corso e quando l’impianto entrerà in funzione (la conclusione lavori è prevista per il 2013) essa sarà conclusa".

BONIFICA DELLE ACQUE: Primo Cittadino a Palazzo Matteotti che illustra i tempi di bonifica delle acque sotterranee inquinate dell'area dell'Inviolata, bacchettando i 'cultori della dietrologia': "Colgo l’occasione per spiegare ad alcuni accaniti cultori della dietrologia, di non aver mai pensato di non subordinare la messa in sicurezza delle acque sotterranee alla entrata in funzione del Tmb. Mi riferisco anche a quanti sembrano non ricordare che il prossimo 20 aprile è convocata l’ultima seduta della Conferenza dei servizi aperta lo scorso 1 dicembre 2011 per esclusiva volontà del sottoscritto; essa doveva intervenire in via definitiva sulla messa in sicurezza del sito. Questo è stato fatto, tant’è che a metà aprile avremo il piano di caratterizzazione che Ecoitalia Srl sta redigendo in questi giorni".

ATTI CONCRETI: Eligio Rubeis che spiega la strada seguita dall'amministrazione di Guidonia Montecelio per 'obbligare la Provincia' ad avviare le procedure per la bonifica dell'area, non lesinando critiche per quanto non fatto da Palazzo Valentini in relazione ad altri siti in simili condizioni: "Non devo certo aggiungere - me lo riconoscono le stesse associazioni del territorio sempre presenti alle sedute della Conferenza - di essere stato l’unico sindaco del Lazio ad individuare la strada normativa per obbligare l’Ente competente, la Provincia, ad avviare le procedure di legge finalizzate alla messa in sicurezza del sottosuolo di sversatori inquinati. Nella Regione, sappiamo dai dati dell’Arpa, ci sono altri i siti ridotti nelle medesime condizioni senza che gli amministratori si siano mossi – conclude il sindaco -; credo quindi di aver fatto qualcosa di concreto e importante per l’ambiente di questa città, abbandonando una tradizione fin troppo radicata di urla e chiacchiere a vanvera".

Potrebbe interessarti

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Sos pancia gonfia, cause e rimedi per combatterla

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

  • Mercato immobiliare Roma: atteso un consolidamento delle compravendite, ma valori ancora in calo

I più letti della settimana

  • Sciopero a Roma: mercoledì 24 luglio a rischio bus, metro e tram. Gli orari

  • Incidente a Primavalle: si ribalta con la Porsche e scappa lasciando donna agonizzante in auto

  • Metro A, nel week end chiude la tratta tra Colli Albani e Anagnina

  • Roma, incendio in via Appia Nuova: brucia autodemolitore, alta colonna di fumo nero in cielo

  • Incidente Anagnina, perde il controllo della moto: muore 32enne

  • Fiumi di steroidi ed anabolizzanti nelle palestre romane, arrestati personal trainer e culturisti

Torna su
RomaToday è in caricamento