GuidoniaToday

Rubeis: "Fatto già molto per Marco Simone, Setteville e Pichini"

Il sindaco di Guidonia, dopo l'incontro di ieri con i cittadini dell'VIII municipio, ha confermato il suo impegno per i quartieri interessati da varie problematiche e dato chiarimenti sui quesiti posti dai residenti

comune-g"Per i quartieri di Marco Simone, Setteville Nord e Pichini è stato fatto più nell'ultimo anno che nel quinquennio precedente". Lo ha detto, ieri, il sindaco di Guidonia Montecelio, Eligio Rubeis, dopo aver ricevuto la delegazione di cittadini che ha manifestato sotto le finestre del palazzo comunale.

Dopo aver ascoltato le varie questioni poste dai residenti di Marco Simone, Setteville Nord, Collefiorito e Pichini, il primo cittadino ha, innanzitutto, voluto sgomberare il campo da fraintendimenti, soprattutto per quel che riguarda l'impianto dell'Inviolata. Sul fronte dei servizi, invece, Rubeis ha elencato le cose fatte in un anno e mezzo dalla sua amministrazione, dimostrando il suo interesse per le zone citate.

Sicurezza. Da aprile, e tempo 18 mesi per realizzarla, Guidonia sarà sede di una sua Compagnia della Guardia di Finanza che, come struttura operante sul territorio, andrà ad affiancarsi alla neo Tenenza dei Carabinieri già al lavoro da un anno. "In termini di numeri - ha spiegato il sindaco - il presidio dell'Arma conta già su 36 carabinieri (nel 2009 erano 17) mentre il Posto di Polizia di Guidonia centro ha visto crescere il proprio organico di otto agenti impegnati nel servizio di pattuglia h24 già attivo dalla primavera scorsa. Contiamo di rafforzare ulteriormente il presidio della Polizia di Stato sul territorio, perseguendo il progetto del "Piccolo commissariato" che prevede la istituzione di una seconda unità operativa nei pressi di quartieri esposti a fenomeni di microcriminalità, quali sono Setteville, Setteville Nord e Marco Simone. Abbiamo posto in essere anche un'azione di maggiore coordinamento tra le forze di polizia impegnate in operazioni di prevenzione e lotta al crimine, prevedendo l'adozione di una rete di videosorveglianza. Un progetto da 3 milioni di euro è già in essere con Finmeccanica, prevede l'installazione di 79 telecamere nei pressi dei luoghi più rischio, e la dotazione alle forze dell'ordine di un sistema di radiotrasmittenza denominato Tetra già sperimentato nella cattura dei grandi latitanti di mafia, che garantisce un coordinamento ottimale tra le forze di polizia anche romane da impegnare nel controllo del territorio. Contestualmente - ha proseguito Rubeis - c'è una nostra richiesta di finanziamento di 600mila euro avanzata in Regione finalizzata ad installare subito le prime 29 telecamere".

Scuola. Setteville Nord e Marco Simone avranno una nuova scuola per far fronte ad una domanda di aule sempre crescente. Il sindaco lo ha detto alla delegazione, spiegando che c'è già una variante per l'esproprio dei terreni licenziata dall'Urbanistica comunale che è ora all'attenzione della Regione, sede nella quale dovrà seguire gli iter tecnici e burocratici di rito. Una volta espletati - ha aggiunto Rubeis - il progetto di variante verrà sottoposto all'approvazione del Consiglio comunale. Il costo stimato per la realizzazione è di 6milioni di euro, costo già previsto nel bilancio triennale dei Lavori pubblici. La nuova scuola ospiterà sei sezioni tra materna, elementare e media, e verrà realizzata interamente con materiali bio-edilizi. La struttura sarà pronta entro 24 mesi dall'avvio dei cantieri.

Il servizio scuolabus e di pre e post scuola era l'altro fronte caldo aperto dai cittadini . "Il piano del trasposto scolastico, già ampiamente contestato dalle famiglie, è stato riconcertato e dunque rivisto - ha spiegato il sindaco - abbiamo accolto il 95% delle richieste di modifica dei tracciati fin qui avanzate dalle famiglie, valutandone recepibili i contenuti. Si tratta di un servizio non obbligatorio che ha l'unico fine di incontrare le esigenze delle famiglie a fronte di grandi sforzi economici per l'amministrazione. Questa è ancora una fase di sperimentazione del servizio - ha concluso - qualunque correzione è ancora possibile, laddove sia possibile".

Parco giochi a Setteville Nord. l'area sulla quale realizzarlo è stata individuata, si tratta di un terreno di 2000 metri quadri attualmente oggetto di una trattativa già avviata con il proprietario. Lo ha detto il sindaco rivolgendosi alla delegazione di cittadini che protestavano in comune. "Credo vi sia la possibilità di ottenere l'area in cambio di una concessione perequativa da rilasciarsi altrove, una volta acquisita penseremo ad attrezzarla procedendo anche con una richiesta di finanziamento regionale".

Fogne, acqua e gas: ci sono zone del Comune ancora escluse dalle Reti. Rubeis considera la convenzione sottoscritta con Italgas "uno dei fiori all'occhiello della mia amministrazione. Sono otto i chilometri di rete che l'azienda si è impegnata a realizzare nei prossimi tre anni, obiettivo: completare la metanizzazione di quartieri come Pichini, Bivio e Albuccione. Stesso vale per il sistema fognario - ha concluso - stiamo affidando le gare per il completamento degli allacci fognari, entro i primissimi mesi del 2011 tutte le abitazioni di Marco Simone saranno coperte dal servizio".

Trasporti: Il sindaco si è inoltre impegnato a dialogare con la Cotral affinché potenzi il servizio, istituendo nuove corse per le zone di Marco Simone e Setteville Nord, fornendo uno strumento di mobilità alternativo all'auto privata ai residenti altrimenti troppo soggetti ad una condizione di isolamento.

Parco dell'Inviolata, a quando l'istituzione dell'Ente gestore: "Ci stiamo lavorando - ha risposto il sindaco a chi gli chiudeva dei tempi - l'unico ostacolo sta nel fatto che i terreni sotto vincolo appartengono ad un privato con il quale ci stiamo confrontando rispetto alle cose da fare. Speriamo di riuscire a pianificare al più presto una strategia - ha concluso - per avviare così l'iter di istituzione dell'Ente parco, uno strumento fondamentale anche per il reperimento dei finanziamenti necessari alla valorizzazione della riserva attraverso una seria programmazione degli spazi".

Raccolta differenziata e isole ecologiche. Rubeis è chiaro ancora una volta: "Guidonia è l'unico comune che ha avviato la differenziata porta a porta dei rifiuti in gran parte dei suoi quartieri. Secondo il tabellino di marcia messo a punto con la società di raccolta, entro la fine dell'anno, i secchielli della differenziata arriveranno davanti all'ultimo uscio dell'ultima casa della città". Un progetto ambiziosissimo, che egli definisce "difficile da realizzare e anche molto oneroso. Un servizio che costa alle casse dell'Ente 8 milioni di euro all'anno, ai cittadini grandi sacrifici, ma che non si può non fare. Per una volta Guidonia è all'avanguardia, più avanti degli altri comuni dell'Ato di riferimento, pur tra le difficoltà che improntare e avviare una simile rivoluzione comporta. Ci vuole tempo, pazienza, e soprattutto controllo. Quel controllo che - ribadisce - abbiamo messo in piedi con la istituzione della polizia ambientale e il potenziamento del Corpo dei vigili urbani, cui spetta l'onere sanzionatorio. Abbiamo intrapreso la strada giusta, anche se c'è molto da fare in primo luogo sul piano della educazione ambientale dei cittadini".

Il sindaco ha infine toccato il tasto dolente delle isole ecologiche. "Per chiudere il ciclo della differenziata comunale - ha detto - occorre realizzare delle isole ecologiche, competenza provinciale è finanziarle. A Guidonia ce ne vorrebbero nove, una per quartiere, ma la Provincia ha soldi per costruirne a malapena due, questa è la realtà con la quale la mia, ma non solo, amministrazione si trova a fare i conti. Nonostante la congiuntura economica pessima - ha concluso - sono più che intenzionato a trovare una soluzione. Intanto posso dire che le aree sulle quali realizzare le isole ecologiche le abbiamo individuate. E' un primo, fondamentale passo".
 


Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento