GuidoniaToday

Coronavirus, a Guidonia un secondo agente della municipale positivo al Covid19

Il riscontro dopo i tamponi effettuati fra gli appartenenti al Corpo della Città dell'Aria

Immagine di repertorio

Un secondo agente della polizia municipale di Guidonia Montecelio positivo al Coronavirus. Dopo la vigilessa contagiata essere venuta a contatto con un familiare del cluster della clinica San Raffaele alla Pisana c'è infatti un secondo caso all'interno della Polizia Locale della Città dell'Aria, un secondo vigile entrato in contatto con il primo caso. 

"Questo è il primo risultato della campagna di tamponi partita all’interno della Polizia Locale e dei dipendenti comunali e che proseguirà nei prossimi giorni - scrive in una nota il Sindaco Michel Barbet -. Sale, quindi, a 26 il numero dei contagiati. Resta, invece, a 77 il numero dei guariti. Rimane a 4 il numero dei decessi a Guidonia Montecelio".

La notizia della positività dell'agente della municipala ha trovato il commento in una nota congiunta dei sindacati Cisl Fp, Uil Fpl e Diccap: "Purtroppo, la notizia che un appartenente al corpo sia stato suo malgrado contagiato, è stata occasione per una più ampia strumentalizzazione politica e di scoop giornalistico. Duole rappresentare come tale notizia anche attraverso i social media, sia stata data senza l’adeguata informazione ed abbia immediatamente scatenato i soliti leoni da tastiera dediti a inveire, attaccare e screditare istituzioni e persone con unica finalità di un infruttuoso sfogo sociale".

"Tutto ciò - continua la nota di Antonio D’Agostino, Stefano Borelli, Guglielmo Marchetti e Maura Terenzi - ha messo in cattiva luce un intero gruppo di lavoratori, che fin dal principio di questa crisi dovuta alla pandemia si è contraddistinto per serietà, puntualità e abnegazione allo scopo di limitare il contagio e garantire la salute pubblica attraverso lo svolgimento di servizi notturni, controlli sulle attività commerciali e sulle persone. Un grande lavoro che ovviamente ha messo a rischio le colleghe ed i colleghi della Polizia Locale".

"I medici, gli infermieri, gli operatori sanitari, la Polizia Locale insieme alle altre forze di polizia, della difesa, dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico, i commessi dei supermercati, i trasportatori, gli addetti alle pulizie, ecc. sono tutte categorie che nonostante il lockdown hanno continuato, con l’altissimo senso del dovere e grandissima abnegazione, a rischio della propria vita, ad erogare servizi essenziali per la vita e la salute dei cittadini e meritano tutti un grande ringraziamento, non attacchi denigratori che possiamo solo stigmatizzare e condannare".

"Le scriventi sigle sindacali e, siamo certi, tutte le lavoratrici e lavoratori del Corpo della Polizia Locale e del Comune di Guidonia Montecelio si stringono uniti a fianco dell’agente e della sua famiglia, colpiti casualmente, senza colpa e come a ognuno di noi in qualsiasi momento può accadere, dal Covid19 e, purtroppo, colpiti in modo puntuale e scientifico da scellerati che non aspettavano altro".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Tutto ciò - continua la nota di Antonio D’Agostino, Stefano Borelli, Guglielmo Marchetti e Maura Terenzi - ha messo in cattiva luce un intero gruppo di lavoratori, che fin dal principio di questa crisi dovuta alla pandemia si è contraddistinto per serietà, puntualità e abnegazione allo scopo di limitare il contagio e garantire la salute pubblica attraverso lo svolgimento di servizi notturni, controlli sulle attività commerciali e sulle persone. Un grande lavoro che ovviamente ha messo a rischio le colleghe ed i colleghi della Polizia Locale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dopo il lockdown: ecco in quali quartieri sono aumentati di più i contagi

  • Intervengono per sgomberare un appartamento abitato da un'anziana e trovano deposito d'armi

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Coronavirus: a Roma 23 casi e tra loro anche un bimbo di nove anni, sono 28 in totale nel Lazio. I dati Asl del 9 luglio

  • Cornelia, rissa in pieno giorno paralizza quartiere: tre feriti. Danni anche ad un negozio

  • Coronavirus, a Roma e provincia sei bambini positivi in 10 giorni

Torna su
RomaToday è in caricamento