GuidoniaToday

Da Guidonia a Roma per prendere il carico di droga, in manette pusher e fornitore

Sono stati gli investigatori di polizia a scoprire i due mentre si scambiavano cocaina e marijuana

Il carico di droga sequestrato dalla polizia a Villanova di Guidonia

Dal grossista al pusher al dettaglio. Sono stati gli agenti di polizia ad interrompere la filiera con l'arresto di due uomini di 43 e 18 anni, entrambi italiani, il primo residente a Roma ed il secondo a Villanova di Guidonia.  L’operazione, finalizzata alla prevenzione e alla repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, è stata realizzata in collaborazione fra gli agenti della Polizia di Stato del commissariato di Tivoli e della Squadra Mobile di Roma.

I fatti fanno riferimento al 22 settembre scorso. I Poliziotti, attraverso fonti investigative, sono venuti a conoscenza di una fiorente attività di spaccio messa in piedi da un giovane residente in via Giuseppe Garibaldi, a Villanova di Guidonia, e da qui la decisione di effettuare una complessa e assidua attività di appostamento. 

All’indirizzo segnalato nella Capitale gli agenti hanno potuto così osservare uno strano andirivieni di un tale, poi identificato per un 43enne romano che in modo anomalo e ripetitivo, continuava a girare a bordo della propria autovettura nei pressi dello slargo antistante il piccolo centro commerciale, poco distante dalla propria abitazione, ed in un lasso di tempo relativamente breve hanno notato sopraggiungere il giovane residente nel Comune della Città dell'Aria. 

I due, dopo essersi scambiati rapidi convenevoli, e con un atteggiamento sospettoso e guardingo, si sono diretti presso l’abitazione del 43enne dove, sul pianerottolo, c’è stato un rapido scambio di uno scatolone e di denaro contante, tutto sotto gli occhi attenti degli investigatori. 

Tanto è bastato agli investigatori per fermarli entrambi. Il 18ennne è stato trovato in possesso di una scatola di cartone – quella che poco prima gli era stata consegnata dal grossista - all’interno della quale sono stati trovati 22,60 grammi di cocaina e 618 grammi di marijuana; mentre nel suo zaino è stato trovato un coltello con una lama di 9 centimetri. 

E’ stata poi la perquisizione dell’abitazione del 43enne che ha permesso agli investigatori di sequestrare  1200 euro in contanti, più un assegno bancario non trasferibile del valore di circa 1000 euro. Occultata all’interno del comodino di una camera, è stata poi trovata anche una replica di una pistola beretta priva del tappo rosso e tre coltelli di diverse dimensioni.

A seguito dell’udienza svoltasi in Tribunale per il 43enne, il fornitore all’ingrosso della sostanza stupefacente, che il neo maggiorenna piazzava poi sul mercato, è scattata la custodia cautelare in carcere.

Per il 18enne,  sono invece stati disposti gli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in via Cassia, auto contro un pilone: due morti

  • In bilico sul balcone si lascia cadere nel vuoto, salvata dalla polizia fra gli applausi dei residenti

  • Incidente a Colli Albani: investita mentre attraversava sulle strisce, così è morta Alessia

  • Incidente a Colli Albani, autocarro investe e uccide 42enne in via Menghini

  • Sciopero, oggi a rischio bus Cotral e Roma Tpl: gli orari e le linee interessate

  • Incidente sulla Cassia, Roma nord piange Alessandro e Marco

Torna su
RomaToday è in caricamento